IL TRUCCO PERMANENTE O SEMIPERMANENTE


Quello che devi assolutamente sapere prima di fare trucco permanente

La dermopigmentazione è una disciplina artistica prima che tecnica.

I dermopigmentisti sono come dei pittori e come sai, tutti i pittori dipingono in modo differente.

Ognuno ha un occhio diverso, con una visione delle proporzioni e dei colori diversa, una mano diversa e anche una preparazione ed un'esperienza diversa.

 Affidare il tuo viso ad un "artista" piuttosto che ad un altro non è una questione di "prezzo" ma di "gusto estetico", di "capacità", di "fiducia", di "intelligenza".

Qualcuno dovrà dipingere il suo quadro, a modo suo, sul tuo viso, mentre tu non guardi. Ricordati, che il risparmio non cancellerà gli errori, perché spesso sono errori indelebili!


Cos'è e come è nato il trucco permanente?

Il trucco permanete alle sopracciglia è nato dall'esigenza realizzare un make up che fosse duraturo nel tempo.

Si scelse così di tatuarlo renderdolo così "permanente", infatti , i primi lavori di trucco permanente,  venivano realizzati dai tatuatori ( i dermopigmentisti non esistevano ancora) ed è questo il motivo per cui fu chiamato in questo modo: "permanente".

In seguito ci si accorse che i colori definitivi usati dai tatuatori non erano adatti a questo scopo, perchè si modificavano eccessivamente nella pelle sia nella forma che nel colore.

Così, per realizzare il trucco permanente, si iniziarono a studiare e produrre colori bio riassorbili, ovvero, che dopo un certo periodo di tempo, sparivano, per evitare i fenomeni indesiderati di viraggio di forma e di colore.

Pertanto oggi , con la denominazione di "trucco permanente" si definisce un tipo di tatuaggio che imita il make up realizzato con colori bio riassorbibili.


Che differenza c'è tra trucco permanente e semipermanente?

Come già detto si chiama trucco "permanente" perchè "permane" nella pelle  per un determinato periodo di tempo.

Dire semi"permanente", ovvero che rimane a metà, non ha senso.

Quindi la dicitura corretta è Trucco Permanente.

Il tatuaggio artistico invece, quello che dura per tutta la vita in modo "definitivo" ma si fa con pigmenti differenti da quelli del trucco permanente.


Quali sono le tecniche e gli strumenti con cui si fa trucco permanente

Il trucco permanente può essere eseguito con tecniche manuali o tecniche elettromeccaniche.

Le tecniche elettromeccaniche di trucco permanente sono quelle che si effettuano mediante l'utilizzo di un dermografo che è uno strumento simile alla macchina di un tatuatore ma molto più delicato e preciso, Le punte del dermografono sono sterili e monouso.

Io utilizzo la Genesis di J Academy che è una delle macchine più precise e straordinarie al mondo.

La puoi trovare nel mio shop.

Le tecniche manuali sono quelle che si attuano con strumenti come la penna del microblading, dotati di punte affilate  che permettono all'inserimento nel derma dei pigmenti. Le punte della penna sono sterili e monouso.


E' fondamentale che l'operatore sia specializzato in diverse techiche di dermopigmentazione al fine di poter fa fronte alle svariate tipologie e morfologie del viso e delle strutture del pelo tenendo in considerazione anche l'aspetto cromatico della pelle su cui sta lavorando e le sue caratteristiche.

 


Perché nel trucco permanente si usano colori bio riassorbibili e non definitivi?

Nel trucco permanente si usano colori (pigmenti) riassorbibili per una ragione semplicissima. 

Qualsiasi colore/pigmento inserito nella pelle, nel tempo subisce delle altrerazioni. 

Tende a modificarsi, cambiando di colore ed espandendosi.

 

Quante volte vi sarà capitato di vedere tatuaggi artistici che che da neri si trasformano in verdi o bluastri e che da nitidi diventano una macchia indefinita?

Ecco, questo fenomeno accadrebbe anche al trucco permanente se durasse troppo a lungo ed è un fenomeno è inevitabile;  non esiste strumento, pigmento o tecnica che lo possa impedire.

Per farti capire in modo un po' semplicistico, quello che oggi è un pelo sottilissimo, se durasse troppo a lungo, potrebbe diventare una riga di pennarello.

 

I pigmenti bioriassorbibili del trucco permanente invece, sono stati creati per  "sparire" nel tempo, mediante riassorbimento per fagocitosi, permettendoci così di ripristinare le zone trattate con nuovo pigmento fresco e nitido.


I colori (pigmenti) che si usano per fare trucco permanete sono sicuri per la mia salute?

E' importantissimo che i pigmenti siano puri e certificati, dermatologicamente testati, anallergici e privi di metalli pesanti. Nel dubbio esigete di esaminare la scheda colore. I migliori attualmente sul mercato sono i nostri J Color sia per stabilità, durata e consistenza.

 


La strumentazione che si usa per il trucco permanete è sterile e sicura?

La Strumentazione che si usa per fare trucco permanente deve avere aghi a cartuccia monouso e sterili che devono essere aperti in vostra presenza. Tutta la strumentazione inoltre deve essere rivestita e protetta con le necessarie pellicole e guaine.


Il trucco permanete è doloroso?

Il trucco permanente può essere reso non doloroso mediante l'utilizzo di determinati accorgimenti.


Quanto durano le sedute di trucco permanente e quante ne occorrono per terminare il lavoro?

Per la realizzazione di qualsiasi trucco permanente occorrono 2 sedute.

La prima seduta di progetazione e realizzazione del  lavoro  in genere dura dalle 2 alle 3 ore.

La seconda seduta di rinforzo, necessaria dopo 40/50 giorni dalla prima, della durata di circa un'ora e 30


Dopo una seduta di trucco permanente sono presentabile in pubblico?

Certamente. Dopo la seduta  di trucco permanete  in genere si è subito presentabili in pubblico.

Se l'operatore è esperto non vi saranno tumefazioni, lividi o irritazioni evidenti. Si potrà verificare solo in alcuni casi un lieve rossore che sparirà nell'arco di pochi minuti dopo il trattamento.  Potrete tornare a subito lavoro o alle vostre normali attività. L'aspetto sarà da subito ottimale e definitivo.

 


Quanto dura il trucco permanente nel tempo?

Devi sapere fin da ora la durata del trucco permanente è estremamente individuale perché dipende da vari fattori.

Sulla durata influiscono:

1) Il tipo di pelle: pelli grasse trattengono meno il pigmento rispetto a pelli secche.

2) L' Età del cliente e metabolismo:  il colore nei soggetti più giovani viene eliminato più velocemente dall'organismo piuttosto che in soggetti più anziani.

3) Fattore esterni:  fattori come l'esposizione al sole, lampade abbronzanti, fonti di calore, attività, sportiva, sauna, bagni in acqua salata diminuiscono sensibilmente sia la durata che la stabilità del colore del trucco permanente.

In tutti questi casi si possono ridurre gli effetti della degradazione del trucco permanente proteggendo le sopracciglia con appositi prodotti.

4) Assunzione di farmaci, fumo,

5) Tipo di tecnica  e colore utilizzati;

Ad esempio per le sopracciglia le tecniche realistiche "effetto pelo" essendo, come è naturale capire, composte da tratti sottilissimi, hanno una durata inferiore rispetto ad effetti make up più compatti e uniformi.

 

Premesso questo possiamo dire che la durata media di un trucco permanete  è di circa 8/9 mesi, con casi che arrivano ai 14 mesi e altri che che necessitano ritocchi già dal terzo mese.

Per questi motivi in genere i ritocchi periodici ravvicinati hanno un costo contenuto, pari di una frazione del ritocco annuale.

  


Ci sono tecniche che durano più di altre?

Certamente sì e ti faccio un esempio.

Se disegni su un foglio di carta esposto al sole una linea sottile con la penna e una linea spessa con un pennarello, quale sbiadirà per prima?

Ovviamente quella più sottile.

Da questo è facile capire come ad esempio un sopracciglio realizzato con un effetto pelo ad esempio con microblading, composto quindi da tanti piccoli e sottili peli, avrà una durata nel tempo inferiore rispetto ad un sopracciglio compatto realizzato con un effetto make up a dermografo.

Per questo occorre che l'operatore abbia tanta esperienza nel saperti consigliare la giusta tecnica e sappia soprattuto eseguire correttamente il trucco permanente per rendere più stabile e duraturo nel tempo il lavoro di micropigmentazione.


Bastano sempre 2 sedute per ottenere l'effetto desiderato?

Non sempre. Per la maggioranza delle persone 2 sedute in genere sono sufficienti perchè il trucco permamnete abbia una buona intensità ma non per tutti è così.

Non è inusuale che alcune persone, a causa della natura della loro pelle necessitano di sedute di rinforzo aggiuntive.


Se si hanno gia dei tatuaggi che hanno tenuto bene, anche per il trucco permanente sarà lo stesso?

No, non è detto che se si hanno dei bellissimi tatuaggi che hanno tenuto bene nella propria pelle sia lo stesso per il trucco permanente.

Il pigmento del tatuaggio artistico è completamente diverso.

Il trucco permanente è fatto per essere degradato e digerito dall'organismo pertanto ha caratteristiche completamente diverse da quello del tatuaggio definitivo.


Cosa devi controllare quando un operatore ti sta per sottoporre ad una seduta di  trucco permanente?

Devi assolutamente esigere che l'operatore utilizzi tutte gli opportuni sistemi di protezione individuale. Ne va della tua salute.

Gli aghi devono essere aperti in tua presenza perchè sono sterili e mono uso.

Deve indossare copricapo, mascherina, camice e protezione per le scarpe. Gli strumenti come il dermografo devono essere rivestiti dell'apposita pellicola. Il cavo del dermografo deve essere protetto dal copricavo e la penna con una guaina. Il tuto in un abiente idoneo a norma di legge.

 

Molto importante è che il progetto del sopracciglio non sia eseguito sulla tua pelle con una normale matita da make up ma con pigmento e puntalino sterili.


Ci sono controindicazioni al trucco permanente?

Tutti coloro che non soffrono di particolari allergie o patologie possono sottoporsi a trattamenti di trucco permanente purchè si affidino ad operatori che usano pigmenti certificati,  e la strumentazione sterile e adeguata.

I pigmenti sono molti costosi e abbiamo notizie di chi sta usando prodotti provenienti dalla cina con livelli di metalli elevatissimi senza alcuna certificazione.

Chi ha pelli più e sensibili dovrà prendersene cura anche prima del trattamento. Sono consigliati impacchi e cure idratanti in modo da ammorbidire la pelle e renderla più elastica.

È importante anche non esporsi a lampade o al sole forte per i 10/15 giorni che precedono il trattamento per non seccare troppo la pelle.

Dopo il trattamento è necessario prendere tutte le precauzioni che servono ad evitare infezioni.

Dovrete idratare la pelle e proteggerla con i prodotti che vi verranno consigliati dall'operatore.

Il sole e le lampade sono da evitare anche per 10/15 giorni dopo il trattamento, è bene evitare anche creme anti età, trattamenti esfolianti e sudorazione.

Il trucco permanente non è indicato per chi ha meno di 18 anni, per le donne in allattamento o in gravidanza, chi ha infezioni cutanee o dermatiti o per chi ha nei o cicatrici nel punto da trattare.

Il trucco permanente non è indicato nemmeno per chi segue terapie con insulina o chemioterapia.



Quanto deve costare il trucco permanente?

Devi tenere presente che chi si è specializzato in questa disciplina ha sostenuto notevoli spese.

Il costo di dermpigmentista qualificata che ha affrontato un minimo di 5 corsi di specializzazione supera i 15mila euro, senza considerare le spese per l'acquisto dei macchinari che di base superano i 3000 e l'allestimento di uno o più studi con tutte le spese correlate dei materiali.

E' quindi plausibile che il prezzo medio di un trucco permanente praticato da un un professionista con una buona esperienza vari dalle 500 alle 800  euro in base alla tipologia di trattamento.